LABORATORIO Musicale per Adulti

LABORATORIO Musicale per Adulti

“Divertiamoci con i Suoni”

“Movimento corporeo, ascolto musicale, pratica vocale e improvvisazione strumentale”

L’idea del Laboratorio Musicale per adulti nasce con l’intento di colmare uno spazio culturale non ancora sufficientemente valutato.

Normalmente si procede per compartimenti stagni: Il Canto, L’Ascolto, la Pratica strumentale, La Danza, La Storia della Musica ecc… senza considerare l’esigenza di fruire, da parte dell’adulto, di una proposta musicale complessivamente multiforme, che unisca l’interesse nell’apprendere nuovi argomenti, al piacere puramente ricreativo che si ottiene nel “produrre musica” nei modi più svariati.

Un progetto di attività musicale di gruppo con e per adulti, ha quindi lo scopo di offrire uno spazio di espressione condiviso, proposto assieme ad altri obiettivi, quali la presa di contatto con il proprio corpo, l’esplorazione multisensoriale e la comunicazione non verbale.

Inizialmente si può prevedere un ciclo di 6/8 incontri di 60’ dove, partendo dall’esperienza musicale di ognuno e dalla valorizzazione dei loro ricordi, diventi possibile esprimere, attraverso il linguaggio musicale, il proprio identikit sonoro per giungere a condividerlo con gli altri, facendo musica insieme.

Partendo dal presupposto che l’espressione non verbale, sia il mezzo privilegiato di comunicazione più spontanea ed immediata, e quindi più autentica, il suono viene utilizzato per entrare in contatto con le proprie emozioni, con se stessi e con gli altri.

Il percorso si pone lo scopo di riattivare, come avviene con la musicoterapia la memoria sonoro-musicale individuale, con la consapevolezza che essa “sopravvive” con colori limpidi e descrittivi anche all’azione del tempo.

L’esperienza “del fare musica insieme” funziona come induttore cinetico-ritmico, favorisce il coinvolgimento globale della persona, ne potenzia le capacità espressive e relazionali, migliorando il livello di benessere generale.

L’obiettivo generale è quello di passare dall’atteggiamento statico nei confronti del fenomeno acustico - musicale ad un atteggiamento dinamico e fluido, in un ravvivarsi di emozioni in crescendo.

Ogni incontro prevede momenti di:

· Movimento corporeo organizzato (dai semplici movimenti ritmici alle Danze popolari)

· Ascolto musicale critico e attivo.

· Pratica vocale e improvvisazione strumentale (tastiere, voce , strumentario Orff, strumenti ritmici usuali e non)

· Repertorio canzoni evergreen (con basi, strumentario Orff e voci).

Il primo incontro sarà caratterizzato da un importante momento di presentazione di sé, dei propri gusti musicali, dei ricordi legati ad essi, della personale storia e cultura musicale, della modalità preferenziale di vivere la musica (danza, canto, ascolto, conoscenza di strumenti).

Queste conoscenze di base iniziali hanno lo scopo di meglio direzionare il progetto, assecondando i gusti e le aspettative dei partecipanti, favorendo così il massimo coinvolgimento di tutti i presenti. L’organizzazione degli incontri e delle attività proposte terrà conto dell’eterogeneità del gruppo.

Considerando che il focus (obiettivo principale) sarà quello di offrire uno spazio di espressione creativo condiviso, gli obiettivi intermedi punteranno:

  • A una presa di contatto con il proprio corpo servendosi di esso nell’accompagnamento musicale (mani, piedi, testa, spalle indotti al movimento dal ritmo).

  • Ascolto del cambiamento della respirazione come risposta alle emozioni interne.

  • Emissione vocale derivante dalla spinta energetica collegata alla motivazione crescente.